Home

Quel che vale

La Befana Amica

La Befana Amica

Le vere antenate della Befana vanno ricercate secondo alcuni nella  dea Strenia, da cui deriva il nome dei regali, ma  i più si rifanno alla dea Diana e a tutta la schiera di essere femminili che nel periodo delle “dodici notti” si aggiravano per i campi. Tra i doni della  Befana c’era la frutta secca che aveva un valore sacro, di buon auspicio. Il carbone era invece il simbolo di energia ed  era considerato anche un amuleto per scacciare malanni e disgrazie.

I riti e la figura della Befana  sono antichi,  mescolano sacro e profano  e sono  tanti  e diversi in tutto il mondo. Per festeggiare degnamente questa figura,  ecco una parte del lungo idillio della Befana, scritto da Benedetto Buonmattei,  che attinge al patrimonio folkloristico toscano:

Se all’abito, al sembiante, alla favella

Non mi raffigurate , forz’è che io mi palesi,

Io sono colei che al cominciare dell’erta

Abito del Castalio in grotte, onde non parlo mai, che in questa notte.

Avete inteso ancora,

Donne?  Io son la Befana,

Di che vi spaurite?

Che credete, ch’ io sia?

Come si dice, qualche mala cosa?

Non abbiate paura moccicone,

Ch’io non fò mal né a bestie né a persone.

Io giovo sempre a tutti  e più alle Donne

che mi furon  sempre amiche……

E allora buona Befana a tutte le donne e a tutte le amiche!


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Quel che vale

Quanto valgono il tempo, l'attenzione, la passione, il talento? Quanto valgono lo stile, l'armonia, la freschezza, l'idea, l'oro, la luce, la pietra? Cosa vale?

Qui raccontiamo quel che vale per noi, per quel che vale. E lo facciamo per incontrare persone che ci somigliano, e che per questo ci scelgono.