Home

Quel che vale

Una Donna di Mondo

Una Donna di Mondo

Si alzò e andò al pianoforte.

Si tolse gli anelli dei quali erano cariche le sue dita.

Suonò Bach.

Non conosco il titolo dei brani, ma riconobbi il rigido cerimoniale delle piccole corti tedesche francesizzate e il sobrio, frugale benessere dei Burger, e le danze sul prato del villaggio, gli alberi verdi che sembrano alberi di Natale, la luce del sole sulla sconfinata campagna tedesca, e una dolce intimità familiare;…

Lea Makart smise di suonare, un sorriso indugiò sulle sue labbra, e si rimise gli anelli.

Da “una donna di mondo  e altri racconti” di W Somerset Maugham

foto: Silvia Poli



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Quel che vale

Quanto valgono il tempo, l'attenzione, la passione, il talento? Quanto valgono lo stile, l'armonia, la freschezza, l'idea, l'oro, la luce, la pietra? Cosa vale?

Qui raccontiamo quel che vale per noi, per quel che vale. E lo facciamo per incontrare persone che ci somigliano, e che per questo ci scelgono.